Una lite per il volume della televisione troppo alto è degenerata in un tentato omicidio. E' accaduto ieri, poco prima di pranzo, in un centro di accoglienza per minori a Bologna. Un 16enne di origine albanese è stato arrestato dai carabinieri per avere aggredito, prima brandendo un martello e poi impugnando un coltello, un 17enne di nazionalità pakistana davanti agli occhi del fratello. Ad allertare i carabinieri è stato il 118: i sanitari, raggiunta la struttura di accoglienza, hanno subito medicato il 17enne accompagnato d'urgenza all'Ospedale Maggiore: al momento è ricoverato in prognosi riservata, ma non sarebbe in pericolo di vita. I militari hanno rintracciato il 16enne che, dopo l'aggressione, si era allontanato dall'edificio: come disposto dalla procura per i minorenni, è stato arrestato e accompagnati in un centro di prima accoglienza.