E' stato un venerdì notte movimentato nel centro di Bologna, dove si sono verificati due fatti di sangue nel giro di un’ora. Il primo intorno alle due in via Petroni, zona universitaria: un ventenne marocchino è stato accoltellato al torace durante una lite con un altro giovane, descritto come italiano, che dopo l’aggressione si è allontanato ed è ricercato dai carabinieri. Il ferito è stato portato in ambulanza  all'ospedale Maggiore e ricoverato con 30 giorni di prognosi.

Gli stessi carabinieri sono intervenuti con il 118 anche in via Rizzoli, per una rissa scoppiata verso le tre. Ad affrontarsi sono stati due leccesi di 44 e 45 anni e tre studenti marchigiani di 25 anni. La lite sarebbe partita da un banale urto mentre i due gruppi camminavano. Ad avere la peggio sono stati i due pugliesi, uno ferito a una gamba e l'altro colpito a un occhio. 

L'intervento di un tassista ha messo fine alla zuffa e i tre studenti, che avevano tentato la fuga, sono stati rintracciati poco dopo dai carabinieri in Strada Maggiore. Alla fine i cinque litiganti, in stato di ebbrezza, sono stati tutti denunciati per rissa.