Fine settimana di controlli per la polizia locale di Bologna, impegnata negli accertamenti per verificare il rispetto delle disposizioni per contenere i contagi da coronavirus: complessivamente, sono stati eseguiti accertamenti in 27 locali e sono state identificate oltre 250 persone. Venerdì sera, in un locale in zona Mercato delle Erbe, gli agenti hanno comminato sei verbali, per quasi 3mila euro, per assembramenti, due dipendenti senza mascherina e musica a tutto volume con tanto di dj set. sia in centro storico sia in periferia. In zona ospedale Bellaria un ristorante, in regola con la normativa Covid, è stato sorpreso mentre svolgeva attività di spettacolo senza alcuna autorizzazione e verrà sanzionato. Sabato sera invece, sono emerse due irregolarità sul Green pass: in un locale in zona universitaria, in una tavolata di 10 persone, un cliente è risultato sprovvisto delle certificazione. Dai primi riscontri sembra che abbia eluso il controllo usando il certificato verde di un’altra persona. In un altro locale, invece, poco distante, a finire nei guai è stato un turista austriaco in possesso di certificato non rilevato dagli applicativi perché collegato a un vaccino non riconosciuto in Europa. Per l’uomo e il gestore che lo aveva lasciato entrare è scattata la multa.