Dopo l’ennesimo grave incidente sul lavoro all’Interporto di Bologna, dove ieri un ragazzo di 21 anni ha perso 6 dita rimaste schiacciate in un rullo, a poche settimane dalla morte di un altro operaio, E’tv ha raccolto la testimonianza di Paolo, un addetto alla logistica che vuole denunciare le gravi carenze di sicurezza nei magazzini di queste aziende, dove gli operai sono costretti a lavorare con turni massacranti e senza un’adeguata formazione. Gli infortuni -dice- sono all’ordine del giorno.