Spacciatore reagisce all’arresto, la polizia deve usare spray urticante

Intervento della polizia

Calci, pugni e gomitate contro gli agenti che, per immobilizzarlo, hanno dovuto usare contro di lui lo spray al peperoncino in dotazione alle pattuglie. E’ successo ieri pomeriggio in via Galliera, nel centro di Bologna, durante l’arresto di un pusher: un 27enne tunisino. La polizia era intervenuta dopo la segnalazione di un’attività di spaccio e il giovane, una volta bloccato e perquisito, è stato effettivamente trovato in possesso di 26 grammi di hascisc. Sequestrati anche 580 euro.

Sempre per spaccio di droga, ieri la polizia ha arrestato altre due persone. Sempre in centro, in piazza XX Settembre, un 22enne nigeriano aveva addosso più di 20 grammi di stupefacenti di vario tipo (10 grammi di hascisc, 6 di marijuana, 3 di eroina e 2,5 di cocaina), oltre a 750 euro. Un altro tunisino, di 35 anni, è finito in manette dopo un controllo in via Zanardi: a suo carico c’era un ordine di carcerazione a un anno e mezzo di carcere per reati di droga.