Per la prima volta, parla davanti a una telecamera Emo Gruppioni, il disabile bolognese costretto su una carrozzella dopo un ictus e da 15 anni impossibilitato a uscire da solo dal suo appartamento a Borgo Panigale. L’ascensore, inizialmente ostacolato da un vicino di casa, finalmente si farà e lui si dice pronto a festeggiare con lo Champagne. Insieme alla figlia Elisa, Emo ringrazia tramite E’tv tutte le persone che lo hanno aiutato in questa battaglia.