Lavoratori in nero e poca sicurezza, tre aziende sanzionate in fiera


Due operai senza contratto e varie carenze sotto il profilo della sicurezza nei cantieri. Sono le irregolarità scoperte da carabinieri, Ausl e ispettorato del lavoro nel corso di alcuni controlli nei padiglioni della fiera di Bologna. Le verifiche sono state fatte nel finesettimana e hanno riguardato alcune ditte che si occupano di servizi e allestimenti, impegnate nei giorni scorsi in vista della apertura del Cersaie. Per la società che aveva i due operai in nero è scattata la sospensione temporanea dell’attività, con l’obbligo di regolarizzare i lavoratori. Le altre due aziende, dove sono state accertate carenze nell’uso dei dispositivi di protezione individuale e di sicurezza per i lavori in quota (caschi e imbragature), sono state sanzionate.

Ieri, in occasione dell’apertura del salone Cersaie, i carabinieri della stazione Navile hanno inoltre dato supporto agli addetti della fiera nelle verifiche sull’obbligo di green pass per visitatori e espositori, controllando a campione circa 200 persone. Tutti erano in possesso di un regolare certificato verde.