“Solo una sorta di “welfare” condominiale può sbloccare situazioni come quella che si è creata in uno stabile di Borgo Panigale dove un disabile vive chiuso in casa perchè nel condominio non c’è l’accordo per la costruzione di un ascensore”. Lo ha detto il presidente di Confabitare Alberto Zanni commentando la nostra intervista di ieri alla figlia del disabile che da anni non può uscire dalla sua abitazione per la mancanza di un ascensore.