Zaki, lettera dal carcere: ‘Combatterò finché non torno a Bologna’

Domani nuova udienza per il ricercatore dell'Università di Bologna

Ancora una lettera dal carcere di Patrick George Zaki, il ricercatore dell’Università di Bologna detenuto in Egitto, suo Paese natale. Alla fidanzata ha scritto: “Combatterò finché non tornerò a studiare a Bologna”. A rendere nota la lettera è stata la pagina social degli attivisti ‘Patrick Libero’. “La mia indagine è ripresa – si legge ancora – il che potrebbe significare che un giorno andrò in tribunale e avrò un processo e questo è molto peggio di quanto mi aspettassi. Dopo un anno e mezzo, non potevo fare a meno di pensare che avrò presto la mia libertà, ma ora è chiaro che non accadrà presto”.

La lettera pubblicata su Facebook dalla rete di attivisti ‘Patrick Libero’