In casa droga e soldi, arrestato in Valsamoggia

In casa droga e soldi, arrestato in Valsamoggia
Il denaro sequestrato a casa dello spacciatore

Aveva in casa 8.000 euro in contanti, nascosti nelle imbottiture dei cuscini del divano, oltre a 15 dosi di cocaina e tutto l’occorrente per la preparazione dello stupefacente. Lo spacciatore è un 49enne di origine marocchina, arrestato dalla polizia locale di Valsamoggia.
L’indagine è partita da una serie di segnalazioni fatte da cittadini, nell’ambito del controllo di vicinato promosso sul territorio.

L’uomo, già conosciuto per reati di droga, è stato colto in flagranza martedì mentre cedeva due dosi di ‘coca’ in cambio di 100 euro a una cliente, una ragazza di 28 anni residente anche lei in Valsamoggia. Subito dopo è scattata la perquisizione domiciliare che ha portato al ritrovamento del resto dello stupefacente e del denaro.
L’arresto è stato convalidato dal giudice che, in attesa del processo che si terrà nel mese di luglio, ha applicata all’uomo la misura cautelare del divieto di dimora sul territorio della città metropolitana di Bologna.

Dalle indagini svolte, l’ipotesi è che il 49enne avesse sostituito sulla piazza dello spaccio locale il connazionale conosciuto come “lo zio”, arrestato nel mese di novembre dalla stessa polizia locale di Valsamoggia, con ben 600 dosi di cocaina e 50.000 euro in contanti. La comandante della polizia locale di Valsamoggia Monica Righi ha ringraziato la cittadinanza per le preziose segnalazioni e ha ricevuto i ringraziamento del sindaco Daniele Ruscigno.