Un veterinario è indagato nel fascicolo che riguarda il maltrattamento e la morte di 12 cani, trovati un paio di mesi fa nell’abitazione di una donna di 64 anni a Camugnano. Durante un’ispezione delle guardie zoofile di Oipa, intervenute con polizia locale e Ausl dopo la segnalazione di un privato, erano stati trovati 5 cani deceduti e altri 7 gravemente denutriti e malati. Quelli ancora in vita erano stati tolti alla proprietaria, indagata per maltrattamento di animali. Proseguendo gli accertamenti, Oipa ha segnalato alla magistratura anche il veterinario. Secondo le guardie zoofile, era a conoscenza della grave situazione in cui vivevano i cani a casa della signora, ma non lo avrebbe comunicato a chi di dovere. E’ accusato di omissione del referto. “Era stato dalla signora una settimana prima del nostro intervento, quando c’erano due cani in evidente fin di vita -ha spiegato a E’tv Paolo Venturi, coordinatore Oipa- ma non aveva fatto nessun approfondimento diagnostico e aveva omesso di denunciare quello che stava succedendo. Se lo avesse fatto, forse alcuni animali si sarebbero potuti salvare.” Intanto, per fortuna, i sette cani sopravvissuti stanno meglio e possono essere adottati.

GUARDA IL VIDEO ⬆️