Videosorveglianza più efficace grazie a un accordo fra polizie locali, carabinieri e commissariato

La sala operativa della polizia locale dell'Unione Terre d'Acqua

La rete di telecamere di videosorveglianza gestite dalle polizie locali delle unioni intercomunali Reno Galliera e Terre d’Acqua, nel Bolognese, saranno d’ora in poi accessibili anche ai carabinieri e agli agenti del commissariato di San Giovanni in Persiceto. Lo prevede una convenzione firmata oggi nella cittadina del Bolognese. A sottoscrivere l’accordo, il Presidente dell’Unione Reno Galliera, Claudio Pezzoli, il Presidente dell’Unione Terre d’Acqua, Rita Stentella, il Comandante Provinciale dell’Arma Colonnello Pierluigi Solazzo e il Questore Vicario Marco Dalpiaz. Erano presenti anche i comandanti delle polizie locali, Andrea Piselli per Terre d’Acqua e Massimiliano Galloni per Reno Galliera. Le due unioni comprendono 14 comuni della pianura nordoccidentale, dove da tempo è attiva una rete di videosorveglianza con decine di telecamere gestite dai rispettivi corpi di polizia locale in centrali operative unificate. La convenzione renderà più efficace l’attività di controllo, a fini preventivi e repressivi, e di monitoraggio della mobilità del traffico veicolare tramite la lettura delle targhe dei mezzi che transitano per le strade dei comuni interessati.