Con Montovolo, in alto Reno, concludiamo il nostro viaggio intorno alla Santa Gerusalemme di Bologna. Dopo Santo Stefano (il Santo Sepolcro) e San Giovanni in Monte (il Monte degli Ulivi e l’Ascensione), facciamo tappa sul monte che fin dal Medioevo venne identificato come il Sinai, il Santo Monte su cui Mosè ricevette le tavole della Legge. I pellegrini medioevali, che non potevano recarsi in Terra Santa, completavano così il loro itinerario. Tanto che a Montovolo è stato anche costruito un oratorio dedicato a Santa Caterina, come sul Sinai c’è il monastero dedicato alla Santa d’Alessandria. Ci spiega tutto per Tracce d’Infinito Fernando Lanzi, del Centro studi per la Cultura popolare. Il Santuario conclude anche la via Mater Dei, così come racconta don Massimo Vacchetti, tra gli ideatori.