La Polfer sequestra 50 tonnellate di rame di provenienza illecita

Polfer recupera 50 tonnellate rame di provenienza illecita
Il materiale sequestrato dalla Polfer

Circa 50 tonnellate di metalli, in gran parte rame di provenienza illecita e con un valore di circa 300.000 euro, sono state sequestrate dalla polizia ferroviaria dell’Emilia-Romagna in una ditta del Modenese, il cui titolare è stato denunciato per traffico illecito di rifiuti metallici non pericolosi. Due capannoni sono stati posti sotto sequestro, insieme ad attrezzature che permettono di sminuzzare il rame rendendo impossibile identificarne la provenienza. Il sequestro è stato fatto dal ‘nucleo rame’ della Polfer nel corso dell’operazione ‘Oro Rosso’, che si inquadra nell’ambito dei servizi straordinari di controllo in ambito ferroviario predisposti a livello nazionale dal Servizio Polizia Ferroviaria per il contrasto ai furti di rame. Oltre al titolare, al momento della perquisizione nei capannoni sono stati identificati tre individui, nei confronti dei quali sono in corso accertamenti.Durante l’operazione sono stati complessivamente controllati, in tutta l’Emilia-Romagna, 28 stabilimenti di aziende che trattano la rottamazione dei metalli edepositi lungo la linea ferroviaria e su strada, con l’ impiego di 45 agenti che hanno proceduto ad accertamenti nei confronti di 63 persone.