Santo Stefano e le reliquie dei protomartiri Vitale e Agricola
Nell’area adiacente la Basilica di Santo Stefano sorgeva un cimitero ebraico, nel quale furono rinvenute le reliquie dei santi Vitale e Agricola, lo schiavo e il padrone martirizzati insieme. Lì si conservano ancora oggi, nella cripta dell’Abate Martino, i loro resti. Méta millenaria di pellegrinaggio da ogni parte d’Europa, la cultura rivoluzionaria di un’amicizia fraterna tra il padrone e lo schiavo (ormai liberto) ha fatto sì che Bologna fosse la prima città al mondo ad abolire la schiavitù. Ne parlano monsignor Stefano Ottani (vicario generale della diocesi di Bologna), Fernando Lanzi (direttore del Centro studi per la cultura popolare) e fra’ Francesco Mazzon (guida della Basilica).