Nel 2005 Biagio Carabellò, il bolognese scomparso da più di 5 anni e di cui sono stati trovati i resti in zona Parco Nord, aveva accettato l’invito di un amico, che era anche il suo datore di lavoro, di scrivere un breve capitolo di un libro. Parole autobiografiche in cui raccontava la sua infanzia, il carattere ribelle e la passione per i viaggi. “La vita -scriveva- l’ho sempre presa per i capelli”. L’autore lo racconta a E’tv.