Amianto: un’altra vittima in pochi giorni a Bologna

Amianto: un’altra vittima in pochi giorni a Bologna
Giordano Gnudi aveva 72 anni

Un altro morto per amianto a Bologna: è Giordano Gnudi, elettricista alle OGR, le officine grandi riparazioni di via Casarini a Bologna dal 1970 al 1974. Come Mauro Roda, scomparso la settimana scorsa, è stato ucciso dal micidiale mesotelioma pleurico, causato da esposizione alle fibre di amianto. Lo ha comunicato l’Associazione familiari e vittime dell’amianto Emilia-Romagna (Afeva). Gnudi aveva 72 anni, era stato assunto alle Ogr nel 1970 per poi, dopo 4 anni, spostarsi alle Poste dove ha lavorato fino alla pensione nel 1999. “Come tanti suoi colleghi – prosegue la nota dell’Associazione – Giordano era iscritto ad Afeva E-R contribuendo così alla lotta per eliminare l’amianto e garantire la tutela degli ex esposti amianto. La notizia ci lascia sgomenti, ci stringiamo con un abbraccio alla moglie Bruna. Ciao Giordano, la nostra lotta continua, anche in nome tuo”.