Una trentina di multe nel Bolognese nel primo giorno in ‘zona rossa’

Soprattutto giovani multati dai Carabinieri nel primo giorno di 'zona rossa' a Bologna

I controlli svolti ieri dai carabinieri in provincia di Bologna nel primo giorno di ‘zona rossa’, per verificare il rispetto delle normative anti Covid, hanno portato all’identificazione complessivamente di 637 persone. Il controllo ha infastidito particolarmente due operai, un 26enne romeno e un 60enne nato in Polonia, che hanno aggredito i militari. E’ successo ad Anzola Emilia. I due sono stati arrestati per resistenza a un pubblico ufficiale, oltre alla sanzione di 400 euro. Nonostante il senso di responsabilità della maggior parte delle persone – spiega l’Arma – non sono mancate le sanzioni che i militari hanno inflitto a 29 persone, quasi tutti giovani sui 20 anni, che nonostante l’utilizzo della mascherina hanno violato la normativa sugli spostamenti in ‘zona rossa’.